La città di Milano deve affrontare un nuovo sciopero, questa volta previsto per la giornata di venerdì 6 ottobre: a proclamarlo è Cub Trasporti, e si tratta di un’agitazione della durata di 24 ore.

Nel comunicato ufficiale del sindacato Confederazione Unitaria di Base si legge che la protesta ha come obiettivi quello di opporsi alla “liberalizzazione, privatizzazione e finanziarizzazione del TPL milanese e dell’hinterland”, alle “gare d’appalto dei servizi attualmente gestiti dal Gruppo ATM e per la ‘reinternalizzazione’ dei servizi ceduti in appalto e/o sub-appalto anche complementari al trasporto”, alla “ quotazione in borsa e la conseguente vendita delle azioni del Gruppo ATM”, e di favorire’“l’affidamento diretto in house senza gara dei servizi gestiti dal Gruppo ATM” e ’“l’affidamento diretto al Gruppo ATM dei servizi di TPL della Città Metropolitana”.

Sciopero trasporti Milano 6 ottobre 2017: gli orari

I lavoratori del Gruppo ATM S.p.A., incluso il personale viaggiante e di esercizio, incroceranno dunque le braccia dalle 8,45 alle 15 e dalle 18 al termine del servizio. Previste le usuali fasce di garanzia dall’inizio del servizio fino alle 8.45 e dalle 15 alle 18.

Per il 27 ottobre, un altro venerdì, è previsto anche uno sciopero generale nazionale della durata di 24 ore cui parteciperanno le sigle sindacali Cub, Sgb, Si-Cobas, Usi-Ait e Slai-Cobas“, con modalità che devono essere ancora comunicate.