Si preannuncia un martedì 15 novembre nero per la città di Roma perché è previsto uno sciopero del trasporto pubblico che potrebbe creare non pochi problemi alla già caotica situazione del traffico nella Capitale. Nonostante nella giornata di ieri il sindaco Virginia Raggi abbia partecipato al viaggio inaugurale di uno dei primi centocinquanta nuovi autobus Atac che dovrebbero servire soprattutto la periferia di Roma e abbia preannunciato la partenza della sperimentazione del controllore fisso sui bus, le sigle sindacali Orsa-Tpl, Faisa-Confail, Sul-Ct, Utl, Usb-Lavoro Privato hanno indetto uno sciopero per l’intera giornata di martedì 15 novembre 2016.

Lo stop del servizio durerà per ventiquattro ore e interesserà l’intera rete del trasporto pubblico romano. I cittadini e i turisti potrebbero dunque avere difficoltà qualora debbano avvalersi di autobus, metro, tram, filobus, e delle tratte ferroviarie regionali quali la Roma-Viterbo, la Roma-Lido oppure la Termini-Centocelle. Le fasce orarie in cui potrebbero verificarsi i disagi maggiori sono quelle che vanno dalle ore 8:30 alle ore 17:00 poi  dalle ore 20:00 fino al termine del servizio. Rispettate dunque le fasce orarie di garanzie che andranno prima delle ore 8:30 e dalle ore 17:00 alle ore 20:00.

I disagi per lo sciopero del 15 novembre a Roma potrebbero essere ulteriormente amplificati a causa dello stop di quattro ore (dalle 8:30 alle 12:30) che è stato indetto da Filt Cgil, Filt Cisl, Uiltrasporti e Faisa Cisal e che riguarderà il servizio offerto da Autoservizi Tpl Srl.