Il prossimo weekend, i viaggiatori che dovranno spostarsi in treno, dovranno fare i conti con uno sciopero che fermerà parzialmente il servizio e che potrebbe dunque provocare una serie di disagi. Lo stop riguarderà le giornate di sabato 12 e di domenica 13 settembre e a fermarsi sarà il personale di Trenitalia, Trenord e NTV (Italo), secondo modalità e orari differenti.

Sciopero treni: orari dello stop

Il personale iscritto al Coordinamento Autorganizzato Trasporti (il Cat)  delle Ferrovie dello Stato e di Trenord dovrebbe incrociare le braccia a partire dalle ore 21:00 di sabato 12 settembre e continuare la protesta nell’arco di ventiquattro ore, fino alle ore 21:00 di domenica 13 settembre. I lavoratori delle Ferrovie dello Stato, di Trenord e di NTV iscritti al Cub Trasporti, invece, si fermeranno a partire dalle ore 9:00 di domenica 13 settembre e concluderanno la protesta alle ore 17:00 dello stesso giorno.

Sciopero treni: i motivi dello stop

I motivi dello sciopero indetto per la prossima fine settimana sono stati diffusi dal sindacato, attraverso un comunicato stampa congiunto di tutte le sigle sindacali coinvolte, in cui si legge che la protesta riguarda: il rinnovo del contratto nazionale di lavoro Attività Ferroviarie/Mobilità /Autoferro e Contratti Aziendali; l’abolizione della legge Fornero e riforma del regime pensionistico, richiesta di maggiore sicurezza e stabilità del lavoro e infine contro la privatizzazione dei servizi pubblici.