Ennesima giornata di passione per chi deve usare i treni in Lombardia. Infatti dalle 3 di martedì 19 febbraio alle 2 di mercoledì 20 ci sarà lo sciopero indetto dal sindacato Orsa che colpirà tutti i convogli di Trenord. Le modalità questa volta sono ancora più dure. Infatti i dirigenti sindacali hanno deciso, lo comunica Trenord, di creare problemi ulteriori anche durante le fasce di garanzia. Infatti verranno garantiti solo i treni che arriveranno a destinazione entro il termine delle fasce (6-9 e 18-21), e non anche quelli che partono entro le fasce ma arrivano oltre, come invece avviene di solito. Solo per il Malpensa Express da e per Milano Cadorna verranno istituite corse sostitutive, agli stessi orari del treno, da via Paleocapa.

Il sindacato vuole un referendum sul contratto interconfederale firmato il 4 luglio 2012, non dall’Orsa. Questo è il settimo sciopero indetto da allora. Una nota di Trenord spiega che i dirigenti sindacali sono stati convocati per un tavolo tecnico (in occasione del precedente sciopero, il 18 gennaio), ma questi hanno deciso di scioperare comunque, perché pongono come pregiudiziale per il confronto proprio il referendum.

Si prevede il solito caos sulle strade, poiché molti pendolari, quelli che possono scegliere, decideranno di usare l’automobile per non doversi sottoporre ancora una volta al caos al quale vengono costretti durante questi innumerevoli scioperi.