Non si arresta l’ondata di scioperi che non dà tregua ai pendolari italiani già dall’inizio di questo 2014. Dopo il fermo delle ferrovie dello scorso 14 marzo, il prossimo stop del trasporto pubblico, infatti, è previsto per mercoledì 19 marzo e vedrà interessati bus, metropolitane e tram, ma anche la linea ferroviaria di Trenord.

L’agitazione è stata organizzata dai sindacati Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl FNA e Faisa Cisal per il mancato rinnovo del contratto di lavoro del Trasporto pubblico locale che coinvolge circa 110mila lavoratori e che risulta scaduto dal 2007; da allora manca l’intesa tra sindacati e associazioni datoriali (Asstra e Anav) per riaggiornarlo.

Vediamo città per città gli orari dello sciopero e le fasce garantite: 

Roma: metropolitana e bus garantiti da inizio servizio fino alle 8.30 e dalle ore 17 fino alle ore 20. Potrebbero subire ritardi e cancellazioni anche i treni delle linee Roma – Lido, Termini – Giardinetti e Castellana – Viterbo.

Milano: il gruppo ATM si fermerà dalle ore 8.45 alle ore 15 e dalle ore 18 fino alla fine del servizio. Trenord informa che lo stop potrà interessare il personale FerrovieNord Spa con variazioni, ritardi o cancellazioni al servizio su tutte le linee. Il solo servizio aeroportuale Malpensa Express sarà garantito con servizio autobus sostitutivi con partenza e arrivo da/a Milano Cadorna (Via Paleocapa 1) e Milano Porta Garibaldi (Piazza Freud). Possibili ripercussioni anche sul Passante Ferroviario e sulle linee Suburbane, ma saranno comunque rispettate le fasce orarie di garanzia dalle 6.00 alle 9.00 e dalle 18.00 alle 21.00.

Torino: stop dei mezzi dalle 9 fino alle 12 e dalle 15 fino al termine del servizio; saranno comunque garantite le fasce comprese tra l’inizio del servizio e le 8.59 e dalle ore 12.02 alle ore 14.59.

Bologna: stop dei mezzi pubblici dalle ore 8.30 alle ore 16.30 e dalle 19.30 fino al termine del servizio.

Firenze: gli addetti al trasporto pubblico sciopereranno dalle 9.15 fino al termine del servizio giornaliero.

Napoli: il fermo coinvolgerà la fascia compresa tra le ore 8.30 e le ore 17 e quella compresa tra le 20 e il termine del servizio.

Genova: i lavoratori incroceranno le braccia dalle 9.30 alle 17 e dalle 21 fino al termine del servizio.

Venezia: l’agitazione è prevista dalle ore 9 fino alle ore 16.30 e dalle ore 19.30 fino al termine del servizio.

(Foto by InfoPhoto)