Il prossimo 24 gennaio sarà venerdì nero per gli italiani: l’Unione dei Sindacati di Base, infatti, ha ufficialmente proclamato uno stop dei trasporti pubblici per l’intera giornata.

La protesta nasce dall’opposizione nei confronti della privatizzazione del settore del trasporto pubblico (esattamente come dovrebbe accadere per le Poste Italiane) che, secondo l’USB, avrebbe come unica conseguenza una diminuzione del servizio nei confronti dei cittadini e una minore stabilità invece per i dipendenti. La USB chiede, dunque, un rilancio del carattere pubblico delle società a gestione regionale e la reinternalizzazione dei servizi già affidati con garanzia dei livelli occupazionali.

Come sempre, però, il servizio verrà garantito in fasce orarie differenti che possono variare di città in città. Vediamo insieme nel dettaglio come:

Milano, i mezzi pubblici della ATM smetteranno di funzionare dalle 9.45 alle 15 e successivamente dalle 18 fino alla fine del servizio garantito. I disagi per i milanesi e i pendolari dovrebbero limitarsi al trasporto locale urbano. Trenord ha infatti fatto sapere che il personale dell’azienda ferroviaria regionale non aderisce all’agitazione.

Torino la metropolitana passerà dalle 6 alle 9 e dalle 12 alle 15; le autolinee extraurbane funzioneranno da inizio servizio alle 8 e dalle 14:30 alle 17:30; sfm1 Pont-Rivarolo-Chieri (ferrovia Canavesana) e sfmA Torino-Aeroporto-Ceres saranno in circolazione da inizio servizio alle 8 e dalle 14:30 alle 17:30.

Bologna lo sciopero si terrà dalle 8:30 fino alle 16:30 e dalle 19:30 fino alla fine del servizio. Le corse saranno garantite solo fino ad un quarto d’ora prima dello stop, quindi rispettivamente fino alle 8:15 al mattino e fino alle 19:15 la sera.

Roma, lo sciopero dei trasporti prenderà il via a partire dalle 8.30 fino alle 17 e successivamente dalle 20 fino alla fine del servizio.

A Genova il personale viaggiante dell’Amt e di Genova-Casella si asterrà dal lavoro per l’intera giornata, il servizio sarà garantito nelle due fasce: dalle 6 alle 9 e dalle 17.30 alle 20.30; il restante personale si asterrà dal lavoro per l’intero turno.

A Napoli, per quanto riguarda la linea bus ANM, il servizio sarà garantito dalle ore 5.30 alle ore 8.30 e dalle ore 17.00 alle ore 20.00. Le ultime partenze saranno effettuate circa 30 minuti prima dell’inizio dello sciopero mentre il servizio tornerà completamente regolare circa 30 minuti dopo la fine dello sciopero.

A Padova Aps Mobilità annuncia che saranno garantite tutte le corse in partenza tra le 5.30 e le 8.30 e tra le 12.30 e le 15.30, ma lo sciopero interesserà anche la ferrovia Adria-Mestre gestita da Sistemi territoriali, che transita per Piove di Sacco. Saranno comunque garantite le corse comprese nelle seguenti fasce di garanzia: dalle 5 alle 7.20 e dalle 13 alle 16.40.

Nel video qui sotto un riassunto di tutti gli scioperi dei trasporti che affliggeranno questo primo mese del 2014.