4 ore di caos nel trasporto pubblico previste per il prossimo venerdì 6 dicembre. Lo stop, indetto da USB – Lavoro Privato, per protestare contro le misure governative che prevedono la privatizzazione di alcuni settori del trasporto pubblico locale. si svolgerà in orari e con modalità differente da città a città. Vediamo come nel dettaglio:

Milano: i bus e le metropolitane della linea Atm resteranno fermi dalle ore 8.45 alle 12.45. Il servizio riprenderà regolarmente a partire dalle 13.

Bologna: il personale dell’azienda TPER resterà fermo dalle ore 10 alle ore 14. I servizi saranno garantiti dalle prime ore del mattino fino alle 9.45 e poi riprenderanno dalle 14,15. In questa giornata a Bologna dalle ore 10 fino alle 14 non sarà garantito neppure il servizio ferroviario TPER sulla rete di competenza FER. Anche nel resto della regione, il trasporto ferroviario potrà subire variazioni. Le stesse modalità di sciopero saranno applicate a Imola e a Ferrara. L’azienda, però, ci tiene a precisare che «adotterà ogni misura tecnico-organizzativa utile ad agevolare, al termine dello sciopero, un più celere ed integrale ripristino del servizio».

Genova: lo sciopero inizierà alle ore 9.35 e si concluderà alle 13.35.

Parma e Ravenna:  i mezzi urbani ed extraurbani resteranno fermi dalle ore 17:00 alle ore 21:00; a Ravenna sarà inattivo anche il servizio del traghetto che attraversa il Canale Candiano e tocca Marina di Ravenna e Porto Corsini.

Trieste: i trasporti sospenderanno il servizio dalle ore 18:00 alle ore 22:00, mentre il personale amministrativo, anche in questo caso, si fermerà nelle ultime quattro ore di turno.

Bolzano: lo sciopero interesserà in particolar modo i servizi ferroviari SAD e prenderà il via alle 14 fino alle 18.

(Foto by InfoPhoto)