Il 24 gennaio 2014 sarà il primo giorno di sciopero del trasporto pubblico dell’anno. Una ricorrenza che tanti italiani, soprattutto i pendolari, avrebbero tanto voluto evitare, ma che invece incombe inesorabile su questo venerdì nero.

Milano sarà una delle città coinvolte nello stop organizzato da USB Lavoro Privato come forma di protesta verso la proposta di privatizzazione del settore del trasporto pubblico che, con ogni probabilità, provocherebbe una diminuzione del servizio nei confronti dei cittadini e una minore stabilità invece per i dipendenti. Il sindacato chiede, dunque, un rilancio del carattere pubblico delle società a gestione regionale e la reinternalizzazione dei servizi già affidati con garanzia dei livelli occupazionali.

Anche la mobilità nella città di Milano, dunque, subirà delle limitazioni. Vediamo nel dettaglio quali e in che fasce orarie.

I mezzi pubblici della ATM smetteranno di funzionare dalle 9.45 alle 15 e successivamente dalle 18 fino alla fine del servizio garantito. I disagi per i milanesi e i pendolari dovrebbero limitarsi al trasporto locale urbano. Trenord ha infatti fatto sapere che il personale dell’azienda ferroviaria regionale non aderisce all’agitazione.

Per agevolare il traffico degli autoveicoli, quindi, il Comune ha deciso di sospendere per venerdì l’Area C: le telecamere del provvedimento antismog saranno perciò spente per l’intera giornata. Resta, invece, attivo il divieto di accesso e circolazione all’interno della Ztl Cerchia dei Bastioni per i veicoli di lunghezza superiore a 7,5 metri.

Qui tutte le info utili relative allo sciopero del 24 gennaio nelle altre città.

Nel video qui sotto un riassunto di tutti gli scioperi dei trasporti che affliggeranno questo primo mese del 2014.