Continua la battaglia fra vigili urbani e amministrazioni locali, tanto che l’Ospol (l’Organizzazione sindacale delle polizie locali) ha deciso di indire uno sciopero nazionale per il prossimo 12 febbraio.

In quel giorno i vigili urbani di tutta Italia incroceranno le braccia e protesteranno per quanto accaduto a Roma la notte di Capodanno e per tutte le conseguenze che quella stessa notte a portato: polemiche e inchieste in merito alle tante assenze riscontrate nel corpo dei vigili urbani, che avrebbe dovuto essere impegnato a garantire la sicurezza nella Capitale.

A proclamare lo sciopero dei vigili urbani presenti negli ottomila comuni d’Italia è stato dunque uno dei sindacati più rappresentativi, l’Ospol appunto, che conta più di quindicimila iscritti e che ha comunicato la decisione nel corso di un convegno nazionale che si è tenuto a San Benedetto del Tronto (in provincia di Ascoli Piceno). Nello stesso giorno, il 12 febbraio dunque, è altresì previsto un corteo, che dovrebbe svolgersi nella città di Roma.

LEGGI ANCHE:

Vigili malati a Capodanno: la versione di Beppe Grillo

Vigili malati a Capodanno: controlli Inps anche per la Pa

(photo credit by: Infophoto)