Una vera e propria guerriglia urbana che, purtroppo, come consuetudine fa da contorno al derby calcistico di Roma. La tensione di ieri sera per la partita tra Roma e Lazio, posticipo della serie A andato in scena allo stadio Olimpico, non si è fermata al rettangolo di gioco, dove si è registrato un pareggio per 1-1. Il conto include infatti anche otto feriti tra le file dei tifosi delle due squadre.

Già ore prima della partita romanisti e laziali si erano dati la caccia nei pressi dello stadio Olimpico, episodi che hanno portato ad accoltellamenti, cariche della polizia e quattro arresti da parte delle forze dell’ordine. La tensione del momento ha coinvolto anche un’ambulanza che è stata presa di mira dal lancio di petardi e oggetti vari da parte di tifosi, per fortuna senza conseguenze per il personale medico e del mezzo. I tafferugli sono avvenuti nella zona di Ponte Milvio, dove erano riuniti i tifosi biancocelesti. I fermati sono tutti giovani, tra i 24 e i 27 anni, con precedenti di polizia alle spalle.

La polemica ha interessato anche l’organizzazione del derby: il fatto di aver inserito la gara in calendario di sera, in una giornata lavorativa e in pieno sciopero dei mezzi proclamato dalle 20 alle 24, è sembrata una scelta poco opportuna.