I passeggeri di due tram di Trieste questa mattina hanno vissuto attimi di paura a causa di un impatto frontale che ha coinvolto i mezzi. L’incidente è avvenuto sulla tratta che collega il capoluogo friulano a Opicina, all’altezza del civico 180 della via Commerciale. I tram coinvolti nel violento scontro sono le vetture 404 e 405.

Nello scontro tra i due tram sono rimaste ferite 8 persone tra cui i due macchinisti. I 6 passeggeri che hanno riportato ferite nell’impatto tra i due tram si trovavano tutti sulla vettura che stava procedendo in salita. Sul posto sono accorsi i Vigili del Fuoco e le ambulanze che hanno liberato e prestato soccorso agli occupanti. Sul luogo dell’incidente sono giunti anche gli uomini della Polizia stradale e gli inquirenti per accertare la dinamica e le responsabilità dell’incidente.

Fortunatamente nello scontro tra i due tram nessun passeggero è rimasto ferito in modo grave, tanto che tutte le persone coinvolte sono state medicate sul posto e non è stato necessario procedere al ricovero. I due conducenti sono invece stati trasportati in codice giallo al Pronto soccorso dell’Ospedale di Cattinara per degli accertamenti.

L’incidente ha mandato in tilt la circolazione stradale. A causa delle operazioni di soccorso e in attesa della rimozione dei mezzi  decine di automobilisti sono rimasti bloccati lungo la via Commerciale, una delle principali arterie stradali di Trieste. La strada mette in collegamento la città con l’altopiano.

Gli inquirenti stanno indagando per accertare le cause dell’incidente, per capire cosa non ha funzionato durante le operazioni di manovra. Le autorità dopo i rilievi del caso hanno sequestrato le due vetture.

La trenovia di Opicina, gestita dalla società Trieste Trasporti, è molto gettonata dai turisti che apprezzano la veduta panoramica della città che si gode dai tram. Su questa tratta molto impervia con una pendenza record del 26% i tram sono costretti a procedere a passo d’uomo. Proprio l’andatura lenta dei mezzi avrebbe impedito un bilancio dell’incidente ben più grave.