Gli scienziati hanno scoperto un enorme buco nero in un luogo dello spazio in cui davvero non si attendevano che esso potesse essere presente. Il buco nero, in genere, tende ad essere presente in zone dell’universo piuttosto affollate mentre quello scoperto dagli scienziati è stato localizzato nella regione semivuota di una galassia. L’enorme massa del buco nero è stata stimata attorno ad una grandezza diciassette volte superiore a quella del Sole.

La straordinaria scoperta è stata fatta da un gruppo di astronomi tedeschi, guidato da Jens Thomas dell’Istituto Max Planck di Garching. E il fatto che il buco nero sia stato scoperto in una zona insolita per un fenomeno del genere, pone gli scienziati di fronte a nuovi interrogativi cui occorrerà dare una risposta. O almeno provare a dare una spiegazione.

Gli astronomi si chiedono adesso se sia possibile scovare altri buchi neri in luoghi inaspettati dello spazio e se l’enorme buco nero appena scoperto non sia che il primo di questo tipo. La scoperta dovrebbe anche far riflettere sul fatto che fino a questo momento si era sempre ritenuto, in generale, che la grandezza di un buco nero fosse proporzionata alla galassia o agli ammassi di galassie in cui questo era presente (cosa che invece non si è verificata con questa recente scoperta).

Gli astronomi tedeschi sono quindi giunti ad ipotizzare che il buco nero possa essere in realtà il risultato di una collisione avvenuta tra due o anche più galassie, i cui buchi neri si sono poi riuniti in uno soltanto.