Una scuola di Rozzano è finita nella bufera dopo che un articolo de Il Giorno ha pubblicato la notizia della cancellazione delle feste di Natale con tanto di concerto. All’istituto comprensivo Garofani del paese in provincia di Milano viene anche contestata la rimozione dei crocifissi dalle aule.

Una parte dei genitori inferociti avrebbero dunque bollato il preside Marco Parma come un fanatico del laicismo e hanno scritto una lettera nella quale denunciano lo svilimento delle tradizioni e la lesione dell’identità culturale, indispensabile anche per il processo di integrazione che il dirigente ha voluto difendere in questo modo.

Da Parma, che ha affermato l’importanza di mantenere una linea laica in segno di rispetto dopo gli attentati di Parigi arriva però una spiegazione più circostanziata dell’incidente diplomatico che in parte getta acqua sul fuoco.

A me interessa solo che a scuola ogni momento sia condivisibile per tutti e che nulla possa creare imbarazzo o disagio a qualcuno. Credo sia un passo avanti verso l’integrazione e non indietro rispettare la sensibilità di chi la pensa diversamente, ha altre culture o religioni“, ha affermato il preside della scuola di Rozzano, il quale ha spostato a gennaio quella che sarebbe dovuta essere la festa di Natale, trasformandola in una laica festa dell’Inverno incentrata sulle poesie di Gianni Rodari e le canzoni di Sergio Endrigo.

In merito alla questione dei crocifissi il dirigente afferma che da tempo è stata decisa a maggioranza la loro rimozione: lo scorso giugno la proposta di alcuni genitori di ripristinarli nelle aule è stata respinta dal Consiglio di Istituto, che ha uniformato una situazione eterogenea all’interno dell’istituto (i simboli cristiani sarebbero stati presenti solo in due aule).

Nella vicenda è intervenuto inevitabilmente anche Matteo Salvini, che dai microfoni di Radio Padania ha improvvisato un intervento cercando di contattare telefonicamente il preside della scuola in questione a cui avrebbe voluto far ascoltare la canzone Tu scendi dalle stelle esclusa dal programma della festa. Purtroppo il colloquio tra i due non è avvenuto a causa dell’indisponibilità di Marco Parma.