Gli studenti italiani sono molto socievoli fra di loro, ma allo stesso tempo soffrono fortemente di ansia. È questa la fotografia dello studente italiano scattata dall’Ocse.

Lo studente socievole ma ansioso è l’identikit emerso da una ricerca condotta dall’Ocse sul benessere dei quindicenni, formulato attraverso un questionario consegnato ai ragazzi in occasione del test Pisa 2015.

Secondo la ricerca, gli alunni italiani presentano livelli di ansia scolastica molto più alta rispetto alla media degli altri 35 paesi membri dell’Ocse. Durante la preparazione di una verifica, ad esempio, il 56% degli studenti italiani risulta nervoso contro il 37% della media Ocse. Il 70% è invece molto in ansia anche se è preparato, contro il 56% della media Ocse.

Fa da contraltare, invece, l’aspetto sociale. Gli studenti italiani infatti fanno facilmente amicizia con i loro compagni do classe per una percentuale pari a 83, contro il 78% degli altri paesi Ocse. Un po’ più in difficoltà i ragazzi stranieri, i quali dichiarano di far più fatica a stringere amicizia con i coetanei rispetto ai compagni.