L’episodio sconcertante è avvenuto in una scuola a Padova. Un bambino di 7 anni non si è sentito molto bene. Vittima di una brutta influenza intestinale, se l’è fatta addosso mentre si trovava in classe. A questo punto la bidella, che era stata chiamata dietro richiesta dalla maestra presente in aula in quel momento, ha deciso che non era compito suo fare pulito per quanto accaduto.

La bidella della scuola elementare di Padova in cui è avvenuto l’episodio si è rifiutata di pulire, dopo che il bambino di 7 anni aveva sporcato il pavimento della classe, a causa dell’influenza intestinale che l’ha colpito.

È stato così chiamato il fratello maggiore del bimbo vittima dell’influenza intestinale. Il fratello di 10 anni, che frequenta la stessa scuola elementare, sembra sia stato costretto a pulire e disinfettare il pavimento dell’aula. Il bimbo ha così dovuto sospendere la lezione di educazione fisica che in quel momento stava frequentando per circa un quarto d’ora per potersi occupare di cambiare il fratello che se l’era fatta nelle mutande e in più anche della pulizia della classe del fratello. Compiti che la bidella non ha voluto svolgere.

Pare inoltre che la bidella gli abbia rivolto le seguenti parole: “Già che ci sei, ecco carta, spray e deodorante, così puoi togliere anche le tracce rimaste sul pavimento e dare una lustrata alle piastrelle”.

L’episodio ha ovviamente scatenato la reazione scandalizzata da parte della madre dei due bambini della scuola di Padova in cui è successo questo discutibile episodio. Il comportamento della bidella dell’istituto elementare è stato giudicato da lei “intollerabile” e si è recata nella scuola per protestare contro quanto avvenuto.

La notizia in queste ore sta creando un certo scalpore nella zona di Padova, ma sta diventando rilevante anche a livello nazionale, e ora si attende di sapere se, e quali, provvedimenti verranno eventualmente presi nei confronti della bidella protagonista di questo episodio.