Un incidente dalle conseguenze tragiche ha provocato la morte di 47 bambini, tra i quattro e i sei anni di età, ed il ferimento di altri 13, nella mattinata del 17 novembre, in Egitto. Uno scuolabus è stato travolto da un treno ad un passaggio a livello. Lo scontro è avvenuto nella periferia della località di Manfalut, nella provincia di Assiut, 356 chilometri a sud del Cairo.

L’autobus stava trasportando i bambini ad una gita. Testimoni hanno riferito che le barriere erano alzate e non c’erano segnalazioni per l’arrivo del treno. Il convoglio avrebbe trascinato l’autobus per circa un chilometro.

In seguito all’accaduto, il ministro dei Trasporti Rashad al-Metini ed il dirigente responsabile dell’Autorità ferroviaria egiziana hanno rassegnato le dimissioni. L’incidente è stato talmente grave che nelle prime ore solo 22 corpi sono stati recuperati. L’agenzia Al Jazeera riferisce che resti di libri, zaini e indumenti dei bambini erano sparsi lungo i binari, controllati dai genitori in angoscia mentre cercavano tracce dei propri bambini.

Il sistema stradale e quello ferroviario egiziano sono afflitti da un numero terribile di gravi incidenti. Si stimano circa 8mila morti all’anno. Le cause sono imputabili principalmente a scarsa manutenzione della rete, pessima gestione del sistema e guida pericolosa dei veicoli.