Dalle fredde carceri al gotha della moda il passo è davvero breve, almeno negli Stati Uniti. Jeremy Meeks, il detenuto che la scorsa primavera ha fatto impazzire i social network e le agenzie pubblicitarie per la sua incredibile bellezza, ha oggi un rivale. Si chiama Sean Kory, ha 29 anni ed è già stato eletto come “carcerato più sexy d’America”. Il merito? Una fotografia identificativa da copertina patinata.

Occhi verdi, labbra carnose, dread chilometrici e posa da modello affermato: Kory è già un idolo della Rete, campione di retweet e protagonista di un trending topic dedicato. Eppure quel volto d’angelo nasconde evidentemente un’indole non troppo pacifica, poiché il giovane si è reso protagonista di un’aggressione pubblica. La scorsa notte di Halloween, infatti, l’arrestato ha assalito un passante presso la città californiana di Santa Cruz, poiché travestito da giornalista televisivo. Al grido di «odio FoxNews!», Kory ha strappato il finto microfono alla vittima e l’ha ripetutamente colpita con una racchetta da tennis in alluminio. Fortunatamente non vi è stata alcuna grave conseguenza per l’aggredito, il quale ha comunque deciso di sporgere denuncia.

Sean Kory e Jeremy Meeks

Sean Kory e Jeremy Meeks

Rispetto al rivale Jeremy Meeks, la cui somiglianza è peraltro estrema, le chances di una carriera nell’universo della moda sono decisamente più elevate per l’irrequieto Roy. Oltre a non presentare tatuaggi sul volto, un fatto che i talent scout hanno già apprezzato, l’eventuale permanenza in carcere sarà ridottissima. Una simile aggressione dovrebbe infatti sfociare in un processo lampo, con l’assegnazione del giovane ai lavori socialmente utili e alla riabilitazione. Meeks è invece accusato di spaccio, resistenza a pubblico ufficiale, possesso illegale di droga, uso di armi illecite e altri reati connessi alla criminalità organizzata. Eppure ha già firmato un contratto con l’agente Gina Rodriguez, che vede nel suo rooster altri personaggi controversi a stelle e strisce come la tanto discussa “Octomum”.

In attesa di scoprire chi in futuro verrà promosso dal mugshot ai cartelloni pubblicitari, magari con una camminata in passerella alla settimana della moda, la sfida rimane su Facebook e Twitter. E la lotta fra le fan è già agguerrita: non mancano insulti e tirate di capelli virtuali fra le sostenitrici dei due sexy-carcerati.

Fonte: The Daily Beast

Immagine: The Independent