AGGIORNAMENTO ORE 9 - Al liceo Classico la versione di greco è di Aristotele: il brano è tratto dall’Etica Nicomachea, una raccolta di appunti del filosofo greco. Allo Scientifico, invece, un problema sul funzionamento di una macchina per la produzione industriale delle mattonelle e un altro sullo studio di una funzione.

——-

È arrivato il giorno della seconda prova della Maturità 2018, forse quella più temuta, quella più difficile, quella più odiata dagli studenti. I ragazzi del liceo classico dovranno affrontare la versione di greco mentre quelli dello scientifico la traccia di matematica. Ieri, invece, i maturandi si sono messi alla prova con lo scritto di italiano: l’obiettivo era ottenere il massimo dei voti dando il meglio di sé. Tanti gli allievi che in queste ore si stanno chiedendo se la seconda prova sarà facile e soprattutto quale sarà l’autore della versione di greco; ma ci sono anche gli studenti che dovranno affrontare la traccia di lingua straniera. Temutissima.

Vi ricordiamo che – anche in questo caso – non è consentito portare con sé appunti né utilizzare smartphone e internet. I ragazzi dovranno contare sulle proprie forze, dovranno leggere bene i quesiti e poi procedere con calma senza lasciarsi prendere dall’ansia. Come vi abbiamo detto più volte, nessuno è in grado di sapere in anticipo le tracce della Maturità 2018. Nessuno. Dunque diffidate dai beninformati e da chi promette anteprime esclusive alimentando solo false speranze.

Dal prossimo anno la Maturità cambierà del tutto: la tesina, ad esempio, potrebbe sparire per lasciare posto alla relazione scuola-lavoro (d’ora in poi obbligatoria).