Dal 2019 scatta l’obbligo dei seggiolini anti-abbandono per bambini in auto: il Senato, infatti, ha approvato con 261 sì il disegno di legge. Il testo modifica l’articolo 172 del Codice della Strada obbligando il conducente del veicolo – che trasporta bambini al di sotto dei quattro anni – a “utilizzare un dispositivo di allarme volto a prevenire l’abbandono del bambino”.

Per i trasgressori è prevista una sanzione che va dagli 81 ai 326 euro. Nel caso in cui la violazione venisse ripetuta per almeno due volte nell’arco di due anni, allora il testo prevede anche la sospensione della patente che potrà andare dai 15 giorni ai 2 mesi.

Come saprete, infatti, negli ultimi anni tanti sono stati i casi in cui i genitori hanno dimenticato i propri figli in auto. Vuoi per una distrazione vuoi per lo stress vuoi per la premura, a rimetterci la pelle sono sempre i soggetti più deboli e indifesi. In questo modo, grazie al seggiolino anti-abbandono, questo non succederà più: i genitori più “distratti” saranno immediatamente “ripresi” dal dispositivo d’allarme.

E non è finita qui: l’articolo 3 della legge contempla la possibilità di prevedere agevolazioni fiscali per l’acquisto di questi dispositivi. Soddisfatta Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera:

L’ok definitivo al ddl sui sui #seggiolini salva-bebè è una bella notizia. Il Parlamento ha dimostrato lungimiranza per un provvedimento che salverà la vita a tanti bimbi. Grazie a Meloni, alla collega Bergamini e ai deputati FI in Commissione Trasporti che hanno lavorato per questo traguardo.