Sono ancora ignoti i motivi che hanno spinto all’insano gesto la ragazza di 17 anni che ieri pomeriggio si è lanciata da un auto in corsa alle porte di Segrate.

La giovane che si trovava in macchina insieme al padre, all’improvviso si è slacciata la cintura, ha aperto la portiera e poi si è fiondata sull’asfalto: fatale l’impatto con un tir che stava sopraggiungendo in quel momento.

La tragedia è avvenuta intorno alle 17.50 sulla strada provinciale Cassanese, che unisce la città di Milano ai Comuni della zona est della provincia.

Secondo il genitore non ci sarebbe stata alcuna lite in corso, come ha raccontato in stato di shock agli agenti arrivati sul posto. Stando alla sua testimonianza i due erano di ritorno a casa, a Pozzuolo Martesana, e con ogni probabilità alla base dell’incidente ci sarebbero stati i problemi psichici da cui era affetta la ragazza.

L’uomo si è immediatamente fermato sulla corsia d’emergenza una volta capito quanto avvenuto, e ha chiamato i soccorsi, arrivati celermente sul tratto di strada che collega Segrate a Pioltello. Il personale medico del 118 non ha però potuto fare nulla per la ragazza, che è stata investita dal mezzo pesante.

Secondo le prime ricostruzioni l’autista non avrebbe visto nulla e avrebbe proseguito a percorrere la strada, del tutto inconsapevole di quanto avvenuto. Le autorità stanno cercando di rintracciare l’uomo sulla base delle immagini catturate dalle telecamere.