Il piccolo Leland Shoemake, un bambino di Pike County in Georgia, è stato portato via da una brutta malattia a soli sei anni. Appena un mese fa il ragazzino aveva contratto un’infezione rarissima, l’encefalite amebica granulomatosa, di cui se ne registrano solo cento casi al mondo e che lo ha fatto morire nel giro di poche settimane.

Il dolore della madre è indescrivibile da come si può notare dallo sfogo che ha pubblicato sul profilo Facebook dedicato al figlio “Prayers for Leland“:

“Ero protettiva con Leland e ho fatto del mio meglio per tenerlo al sicuro. La cosa che amava di più era giocare nella polvere. Non avrei mai immaginato che sarebbe stato quello a portarlo via da me. Lui era il mio mondo. Mi ha reso madre. [...] Abbiamo lottato così duramente per averlo. Era un bambino prematuro, ma è venuto fuori urlando e sano. Era intelligente: conosceva l’abc, i numeri, i colori, le forme e 20 parole da quando aveva un anno. Era il nostro piccolo nerd e questa cosa di lui ci piaceva molto”.

Un bambino intelligentissimo e fuori dal comune che, inaspettatamente, ha saputo stupire i suoi genitori anche dopo la sua scomparsa. Il padre del piccolo, al ritorno a casa dopo la triste notizia, ha infatti trovato un bigliettino d’addio scritto dal figlio a loro insaputa. Con pennarelli rossi e blu il piccolo Leland, forse consapevole di ciò che stava andando ad affrontare, ha lanciato un messaggio d’amore alla sua famiglia:

Sempre con voi! Grazie, mamma e papà. Vi voglio bene“.

La mamma ha, così, voluto condividere su Facebook quel messaggio commovente, commentandolo con parole dolcissime:

“Abbiamo trovato questo foglio sul tavolo del salotto. Non abbiamo idea di quando l’abbia scritto, ma si può dire che sia sempre stato un bambino speciale. Ti amerò per sempre Leland. Dormi bene e non lasciare che le cimici ti mordano“.

This is Amber. This will be my only post on here for awhile. I was over protective of Leland and tried my best to keep…

Posted by Prayers for Leland on Lunedì 28 settembre 2015