Saranno sei milioni gli italiani che, quest’anno, non andranno in vacanza e che, dunque, trascorreranno – o meglio si vedranno costretti a trascorrere – le loro ferie in casa o comunque in città. La colpa, secondo Confesercenti, sarebbe da addebitare alla crisi economica: a confortare albergatori e ristoratori ci penseranno, invece, i turisti che saranno più degli anni precedenti, per un totale di oltre un miliardo e mezzo di incassi complessivi.

Vacanze 2017, tanti turisti e pochi italiani

Secondo un’indagine Swg-Confesercenti, infatti, il 26% degli italiani non andrà in ferie contro il 25% dell’anno passato: aumentano, dunque, gli uomini e le donne che rimarranno a casa a causa della crisi economica che ha messo in ginocchio tutto il Paese. A pensarla così sono il 58% degli intervistati mentre per l’8% le vacanze si faranno in altri periodi, quelli di bassa stagione dove tutto costa meno. Settembre prima di tutto.

Vacanze 2017, alloggi da amici e parenti

Chi partirà, invece, starà comunque attento al portafogli: il 38% degli intervistati spenderà più di mille euro a persona, l’11% 250 euro, il 24% 500 euro, l’11% 750 e il 13% massimo mille euro. In maggioranza, il 42%, alloggerà presso amici e parenti – per risparmiare il più possibile – mentre tutti gli altri andranno in hotel, in una casa in affito o in un b&b. Solo il 5% andrà in campeggio.