Un prete di 60 anni si è messo alla guida senza patente e dopo aver bevuto qualche bicchiere di troppo: è stato trovato, infatti, con un tasso alcolemico di 0,50 grammi di alcol per litro di sangue, un valore al di sopra di quello consentito dalla legge. Un comportamento che nessuno si aspetterebbe da un uomo di Chiesa e che, tra l’altro, ha pure investito un bimbo di 6 anni comparso all’improvviso sulla strada in sella alla sua bicicletta. Fortunatamente il piccolo se la caverà con una contusione anche se è stato trattenuto in osservazione in ospedale ma solo in via precauzionale.

Il prete, fortemente dispiaciuto per quanto accaduto, non verrà trascinato in tribunale visto che il tasso alcolemico di 0,50 grammi di alcol per litro di sangue non fa scattare automaticamente il procedimento penale. Resta il fatto che sarebbe potuta finire peggio: il piccolo ha rischiato di essere travolto in pieno.

Il prete aveva precedenti per guida in stato di ebbrezza

L’auto del prete, adesso, è stata sequestrata e lui se l’è cavata solo con una sanzione amministrativa.

E c’è di più: l’uomo di Chiesa era senza patente poiché gli era stata revocata per un precedente processo relativo, ancora una volta, a guida in stato di ebbrezza. Il lupo perde il pelo ma non il vizio..