Una notte di caccia all’uomo, ma l’evaso non è stato ancora catturato. Bartolomeo Gagliano, 55 anni, detenuto nel carcere di Genova, condannato per tre omicidi, è fuggito durante un permesso concessogli per recarsi dalla madre a Savona.

Gagliano ha anche precedenti per rapine ed estorsioni ed è già evaso in passato. Definito dai media serial killer, tra il 1981 e il 1989 uccise due prostitute e un transessuale. Fu giudicato totalmente infermo di mente.

Perché gli è stato concesso il permesso premio? Il direttore del carcere di Marassi, Salvatore Mazzeo, ha dichiarato alla Tv locale Primocanale: “Noi non sapevamo che avesse quei precedenti penali. Abbiamo valutato Gagliano in base al fascicolo di reato per cui era detenuto, che risale al 2006 e lo indica come rapinatore“.

Gagliano sarebbe dovuto tornare in carcere il 18 dicembre alle 9. Ma alle 6 ha sequestrato un panettiere a Savona; minacciandolo con una pistola lo ha costretto a condurlo a Genova, dove poi è fuggito con la sua auto, una Panda verde.

Le forze dell’ordine hanno creato posti di blocco e serrato i controlli nelle stazioni ferroviarie e degli autobus. Per ora l’evaso è ancora in libertà.