Il Presidente russo Vladimir Putin è intervenuto sullo scambio di informazioni tra Russia e Stati Uniti che da qualche giorno sta impegnando il Washington Post e Donald Trump in uno scambio di battute. Il quotidiano ha accusato il Presidente americano di aver rivelato alcuni segreti dell’intelligence Usa al Ministro degli Esteri russo Lavrov; Donald Trump, da parte sua, avrebbe dichiarato che in quanto Presidente degli Stati Uniti è libero di poterlo fare mentre soltanto alcune ore prima il suo entourage aveva smentito la faccenda (ne abbiamo parlato qui).

Sulla faccenda è appunto intervenuto Putin, durante una conferenza stampa con il Premier italiano Paolo Gentiloni, in visita a Sochi. Il Presidente russo ha rivelato che l’incontro tra Lavrov e Trump è stato registrato e che la Russia sarebbe pronta a rendere pubblica la registrazione per dimostrare che non ci sarebbe assolutamente nulla da nascondere. Nessun segreto di Stato rivelato dunque, almeno stando a quanto affermato da Putin.

Sempre secondo il Presidente russo, quello che sta accadendo negli Stati Uniti sarebbe tutta colpa di quella che definisce come una schizofrenia politica, l’unica che potrebbe giustificare il tanto clamore creato attorno ad uno colloquio, quello tra Trump e Lavrov, in cui, secondo Putin, non sarebbe accaduto davvero un bel niente di rilevante e nessun segreto sarebbe stato rivelato.