Una coppia di sposi olandesi si è spinta ben oltre chiedendo al loro fotografo di immortalare una scena di sesso orale, da inserire nel loro album, mentre si trovavano davanti ad un monastero nell’isola greca di Rodi. Un’immagine che ha fatto subito il giro del web e che ha spinto il vescovo dell’isola ad intervenire ponendo il divieto di celebrare matrimoni tra coppie straniere nel monastero di San Paolo. Ma andiamo con ordine.

Una coppia straniera, subito dopo il matrimonio, ha deciso di lasciarsi fotografare mentre praticava sesso orale. Non è chiaro se fosse una simulazione o se la scena fosse reale: è certo, però, che il ragazzo ha i pantaloni e le mutande abbassate tenendo anche il pugno chiuso come in segno di vittoria. Tutto davanti al monastero di San Paolo, ovviamente senza alcuna autorizzazione.

Sesso orale offende la religione cristiana

Una volta saltata fuori questa foto, il vescovo, d’accordo con il sindaco, ha deciso di vietare le celebrazioni dei matrimoni: “Ciò che è successo nei pressi del monastero è gravissimo e abbiamo dovuto prendere decisioni drastiche. Tanti britannici vengono qui per sposarsi, molte coppie ci hanno chiamato in lacrime perché avevano già prenotato e organizzato tutto ma non possiamo fare altrimenti. Non è colpa nostra ma quella coppia ha offeso la religione cristiana sono le dichiarazioni ufficiali, riportate anche da Unilad.