Promossa dalla Commissione Europea, la Settimana Europea della Mobilità Sostenibile, la cui edizione 2014 si svolgerà dal 16 al 22 settembre, è divenuta negli anni un appuntamento di rilevanza internazionale con lo specifico obiettivo di incoraggiare i cittadini all’utilizzo di mezzi di trasporto alternativi all’auto privata per gli spostamenti quotidiani.

L’iniziativa nacque nel 1998 dal progetto francese “In città senza l’automobile!”, che ancora oggi nel mese di settembre, e per una singola giornata, incoraggia città e centri urbani a chiudere le strade ai veicoli a motore, così che gli abitanti possano vedere per un giorno la propria città sotto un’altra luce, vengano incoraggiati a utilizzare modalità di trasporto sostenibili e divengano maggiormente consapevoli dell’impatto ambientale delle loro scelte in materia. Il successo dell’iniziativa francese ha ispirato quindi, nel 2002, la nascita della Settimana Europea della Mobilità, che registra ogni anno una sempre maggiore partecipazione da parte di istituzioni e cittadini.

Per l’occasione, ogni anno viene scelto un particolare argomento in materia di mobilità sostenibile, il cosiddetto “focal theme”, sulla cui base gli enti locali aderenti sono invitati ad organizzare attività per la cittadinanza. Lo slogan scelto per il 2014, “Our Streets, Our Choice” ( “Le nostre strade, la nostra scelta”), mira a sensibilizzare la cittadinanza sul legame tra le proprie scelte di mobilità e l’inquinamento atmosferico nelle aree urbane, nel tentativo di renderle più piacevoli e vivibili, migliorando di conseguenza la qualità della vita dei suoi stessi abitanti. (SCOPRI QUI IL TEMA DELLE PASSATE EDIZIONI)

Per diversi anni, infatti, le politiche di mobilità realizzate in tutta Europa hanno privilegiato la circolazione delle vetture private – modalità di trasporto che necessita di una grande quantità di spazi, è costosa ed altamente inquinante – a scapito di altre forme di trasporto, quali la mobilità ciclistica, pedonale o il trasporto pubblico locale. Come risultato, le nostre città hanno visto crescere i livelli di traffico ed inquinamento, a fronte di una riduzione degli spazi per la ricreazione e il tempo libero.

La Settimana Europea della Mobilità Sostenibile 2014 intende dunque rivalutare il modo di vedere lo spazio urbano e si concentrerà sull’analisi della relazione tra uso del territorio e qualità della vita, incoraggiando i cittadini a proporre e creare il tipo di città in cui preferirebbero vivere, con l’auspicio che le istanze di tutti coloro che utilizzano modalità di trasporto sostenibili e a basso  impatto diventino prioritarie.

Durante tutta la settimana verranno quindi organizzate attività regionali o locali atte a proporre soluzioni alternative alla macchina e a promuovere una mobilità più conviviale: car pooling, car sharing, combinazione di vari mezzi di trasporto (bici + treno, treno + bus, ecc), bici-scuola,… (SCOPRI QUI LA STORIA DELLA BICICLETTA)

L’adesione alla Settimana, oltre che un’occasione per promuovere l’incremento di forme di mobilità sostenibile e una maggiore consapevolezza in merito alle tematiche ambientali, rappresenta infatti un’importante vetrina per gli Enti Locali: le città e i centri urbani che hanno programmato un’intera settimana di eventi, dal 16 al 22 settembre, mettendo in opera misure permanenti e organizzando una giornata senza automobili potranno candidarsi al premio della Settimana Europea della Mobilità, assegnato durante una cerimonia ufficiale e alla presenza di rappresentanti della UE. La città vincitrice, verrà premiata con un video promozionale gratuito per evidenziare i successi conseguiti con le politiche realizzate, mentre le 10 iniziative più saranno oggetto di promozione attraverso i vari canali di comunicazione della Settimana.

Tra le tante iniziative, degno di nota il convegno-evento programmato dall’Università degli Studi Roma Tre per il 19 settembre, presso l’Aula Magna Rettorato: in mattinata il convegno “LAVORO-BICI-SICURI. La copertura assicurativa negli spostamenti casa lavoro in bicicletta”, al fine di promuovere un dialogo sia istituzionale, sia con la realtà dei mobility manager e delle associazioni, attorno al tema della copertura assicurativa degli spostamenti in itinere in bicicletta; a seguire l’evento “Our streets, our choice” con la presentazione dei risultati dei progetto ELEbici@Roma3 e  “Our streets our choice – idea di recupero per uno spazio urbano”, promosso dall’Università per la European Mobility Week. In linea con il tema, uno spazio pubblico degradato, attiguo al Rettorato, verrà riqualificato ed attrezzato per consentirne l’uso da parte di studenti, cittadini e turisti, con un occhio di riguardo alla promozione di forme di mobilità sostenibile, attraverso la dotazione di rastrelliere e servizi per la mobilità ciclistica. A concludere, il workshop annuale dei mobility manager romani, indetto dall’Agenzia per la Mobilità di Roma Capitale.

Per ulteriori informazioni www.minambiente.it e www.settimanaeuropea.it