Lo sapevate che esistono le cosiddette “sexy colf”, ovvero delle giovani lavoratrici che effettuano i servizi di casa completamente nude? Non è affatto uno scherzo. Si tratta di un lavoro ben retribuito, 50 euro l’ora, che viene offerto a clienti che, badate bene, possono guardare ma non toccare. Non è prostituzione, dunque, ma quasi un sexy show. Secondo Dagospia, i clienti devono essere soli in casa e le colf non possono essere toccate.

Non si tratta, dunque, di un servizio sessuale anche perché le regole da seguire per i clienti, come accennato sopra, sono molto rigide. Si guarda ma non si tocca. Una delle colf sentite da Dagospia, ha 24 anni e fa questo lavoro per arrotondare:

Mi sono sentita sempre a mio agio, amo stare nuda nel privato anche se non ho mai frequentato spiagge per naturisti. La mia unica preoccupazione erano i clienti, ma ho capito subito che chi richiede questo servizio normalmente è un single professionista che conosce bene le regole. Io entro in casa, mi spoglio e pulisco le stanze, normalmente mi viene chiesto di spolverare e passare l’aspirapolvere, ma di solito gli appartamenti sono già puliti. La maggior parte dei clienti ama parlare mentre io pulisco. Non è un servizio sessuale, consiglierei a chiunque di affidarsi ad agenzie come la mia per fare questo lavoro.