Le storie su come il dittatore nordcoreano Kim Jong-un “ami” giustiziare chi per un verso o chi per un altro non gli va a genio lasciano sempre a bocca aperta e spesso ci si chiede se siano vere oppure siano dei fake. Come quando avrebbe fatto giustiziare un uomo lasciando che i suoi cani lo sbranassero, per dire.

Le vittime di quest’ennesima purga messa in atto da Kim Jong-un sarebbero il Ministro dell’Istruzione Ri Jong Jin e il Ministro dell’Agricoltura Hwang Min. Il primo sarebbe stato giustiziato perché si sarebbe assopito mentre prendeva parte ad una manifestazione in cui era presente anche il dittatore Kim Jong-un, mancandogli così di rispetto. Il secondo sarebbe stato eliminato perché avrebbe proposto una riforma dell’agricoltura che Kim Jong-un avrebbe interpretato come una sfida diretta alla sua autorità.

Da qui la decisione di farli giustiziare, servendosi addirittura di cannoni. Ebbene sì, secondo quanto riportato, i due Ministri sarebbero stati uccisi proprio a colpi di cannonate. Una tecnica che sembrerebbe inverosimile ma che a quanto pare sarebbe già stata impiegata anche in passato, per giustiziare il Ministro della Difesa Hyon Yong-chol.