Un gesto estremo ed eclatante di protesta, i cui motivi sono per il momento sconosciuti: un uomo di 50 anni, di nazionalità italiana, nella mattinata del 19 dicembre si è dato fuoco a Roma, in piazza San Pietro. Egli si è cosparso il corpo di liquido infiammabile che ha poi incendiato usando un accendino. Il fatto è accaduto dal lato di piazza Pio XII.

Gli agenti dell’ispettorato Vaticano lo hanno immediatamente soccorso. L’uomo, residente nel quartiere di Tor Marancia, si trova ricoverato attualmente all’ospedale Santo Spirito. E’ stato visto dagli agenti cospargersi di liquido e darsi fuoco. La scena è stata ripresa anche dalle telecamere di sorveglianza (foto by InfoPhoto).

Un episodio simile accadde il 13 gennaio 1998, sempre nella piazza simbolo della Chiesa cattolica. Allora fu lo scrittore siciliano Alfredo Ormando; si diede fuoco per protestare contro l’atteggiamento della Chiesa nei confronti degli omosessuali. Morì dieci giorni dopo in ospedale.