Anna Valanzuolo Carcaterra è la laureanda più anziana d’Italia: ad 88 anni, infatti, conseguirà lunedì prossimo all’università “Federico II” di Napoli la laurea magistrale in filologia moderna. La studentessa, che già tre anni fa ha brillantemente ottenuto la laurea triennale in lettere moderne con il voto 110 e lode, si era iscritta “tempo fa” alla Facoltà di Lettere, dove aveva dato anche alcuni esami. Dopo aver conseguito la licenza liceale prima al liceo classico e poi alla magistrale, Anna aveva deciso di proseguire gli studi ma, avendo vinto il concorso a cattedra, preferì abbandonare la carriera universitaria per accettare l’incarico di insegnante delle elementari, ruolo che la donna ha svolto per quarant’anni, venti dei quali trascorsi nella scuola “Cimarosa” a Posillipo, città dove la futura laureata risiede da 65 anni.

Relatore di entrambe le sue tesi è il professore Andrea Mazzucchi. Dopo una tesi della triennale svolta su “La visione di Dio: Paradiso canto XXIII”, quella che Anna ha proposto per la specialistica è intitolata “Dante nella produzione letteraria e nell’attività creativa di Ugo Foscolo“.

Era da tanti anni che la signora Anna custodiva nel cassetto il sogno di poter portare a termine gli studi e la sua tenacia e amore e passione per la cultura non l’hanno portata solo a realizzare finalmente il suo desiderio, ma l’hanno resa anche un vero e proprio esempio per tutti: dopo che i figli, Rosanna e Giovanni, erano finalmente cresciuti e anche i nipoti erano ormai diventati grandi, Anna si è fatta coraggio e ha deciso di riprendere a studiare con grande entusiasmo dopo più di 60 anni di assenza dai banchi di scuola.