Un’anziana signora si è risvegliata dopo che da ore era stata dichiarata morta. Potrebbe sembrare la trama di un film e invece è la storia assurda che ha visto come protagonista una donna di 92 anni, gravemente malata, ospite di una casa di cura a Gelsenkirchen, in Germania.

Lo scorso marzo la sua badante l’aveva ritrovata apparentemente senza respiro e quindi si era subito pensato ad un suo decesso. Il medico, un tedesco di 53 anni di cui non è stato diffuso il nome per ragioni di privacy, aveva dichiarato ufficialmente la sua morte e quindi il corpo della donna era stato sistemato nella cella frigorifera delle pompe funebri in attesa di celebrare il funerale. Dopo varie ore la signora si è, però, risvegliata e le sue urla hanno attirato l’attenzione di uno degli impiegati della camera mortuaria che è corso a soccorrerla. La donna, che per ore era stata distesa nella cella frigorifera, è stata immediatamente trasferita in ospedale ma dopo due giorni è morta, questa volta sul serio, a causa di una cardiopatia. Ovviamente adesso il medico dovrà dar conto del suo comportamento davanti alla giustizia: l’uomo è accusato di lesioni personali dovute a negligenza e, se sarà ritenuto colpevole, rischia una pena che va dalla multa al carcere.