L’ennesimo dramma causato probabilmente dalla disperazione seguita alla perdita del posto di lavoro. Nella tarda serata del 28 febbraio un uomo di 49 anni, a Riccò del Golfo, in provincia di La Spezia, si è suicidato davanti ai tre figli minorenni.

Prima si è cosparso di benzina a cui ha dato fuoco. Il figlio più grande è riuscito a spegnere le fiamme; tuttavia l’uomo, sebbene fosse in gravi condizioni, ha afferrato un coltello e si è dato il colpo di grazia. Gli altri due figli si sono precipitati in strada a chiedere aiuto per il loro padre. Ma i Carabinieri (foto by InfoPhoto) e i soccorritori del 118 non hanno potuto fare altro che accertarne la morte.

L’uomo aveva perso il lavoro un anno fa, lavorava alla fonderia del vicino comune di Follo; era caduto in profonda depressione. S’ipotizza che possa essere questa la causa che lo ha condotto al gesto estremo su se stesso. Secondo uno studio della Link Campus University di Roma, nel 2013 sono state 149 le persone che si sono tolte la vita a causa della crisi economica. Nel 2012 furono 89.

EPISODI DI DISPERAZIONE

Sanremo 2014 lettera: due lavoratori in difficoltà minacciano il suicidio in diretta

Bambina gettata nella fogna: madre tenta di uccidere la figlia di dieci mesi

Uccide i figli: orrore in Brianza, padre sgozza i piccoli e tenta il suicidio