Sembra una storia surreale e, invece, è accaduta davvero a Milano dove un ragazzo, per entrare gratis al Duomo, si è travestito da sacerdote ortodosso ma si è tradito dall’abito talare sbagliato. Un dettaglio che gli è costato caro visto che è stato scoperto dalla Polizia di Stato che poi ne ha diffuso la foto. Ora è accusato di truffa e usurpazione di titoli e onori.

Una “ragazzata” – di questo si tratta – per la quale il ragazzo avrebbe speso 70 euro: questa la cifra necessaria per l’acquisto dell’abito talare (necessario per fingersi un sacerdote). Peccato che l’ingresso al Duomo di Milano gli sarebbe costato appena 3 euro. 

Il protagonista di questa vicenda è un giovane di 19 anni, nato in Brianza e residente nel Varesotto, che è stato denunciato per procurato allarme, truffa e usurpazioni di titoli e onori. Il suo obiettivo era quello di entrare nel Duomo di Milano accedendo a tutte le parti riservate ai sacerdoti della chiesa: si sarebbe fermato a parlare persino con delle suore. Poi, però, qualcuno avrebbe notato qualcosa di strano e così è stato fermato dalla polizia, dall’esercito e dal personale di sicurezza del Duomo. A quel punto è stato smascherato.

Insomma una “bravata” che sicuramente non potrà più dimenticare.