Una donna statunitense si è versata per sbaglio della colla a presa rapida nell’occhio, convinta fossero gocce di lacrime finte. Il tutto è accaduto a Lantana, in Florida, dove una giovane è stata immediatamente trasportata in ospedale dopo il singolare errore. Nonostante sia stata costretta a passare diversi giorni con l’occhio sinistro forzatamente chiuso, pare non vi saranno danni permanenti alla vista.

Il tutto sarebbe successo per una fortuita confusione: dopo che dei detriti le sono entrati nell’occhio mentre un amico stava pulendo un vialetto con un compressore per foglie, Katherine Gaydos ha chiesto ai presenti di portarle immediatamente le gocce di lacrime finte per favorirne la rimozione. Forse per dei flaconi molto simili, però, la protagonista della vicenda anziché un collirio si è versata nell’occhio della colla a presa rapida, quella tipica per le piccole riparazioni domestiche. Le urla per un bruciore immediato, e l’impossibilità di aprire le palpebre, hanno svelato l’arcano e immediatamente sono stati chiamati i soccorsi. «Qualcosa mi è entrato nell’occhio – ha spiegato la donna – e ho chiesto agli altri di prendere le gocce dalla mia borsa. Mi hanno però portato la supercolla: come l’ho sentita cadere nel mio occhio, ho sentito un grande bruciore, ho chiuso la palpebra e, urlando, ho chiesto di chiamare il 911».

Dopo le prime medicazioni del caso, la paziente ha rivelato all’emittente WPBF-TV di non essersi potuta sottoporre a un intervento riparatore perché disoccupata e priva dell’assicurazione sanitaria. Dopo la messa in onda, un altro medico pare l’abbia contattata per una prima rimozione della colla e, stando alle informazioni preliminari della procedura, la donna potrebbe riprendere progressivamente la vista.

Fonte: UPI