E’ bufera in Sicilia dove, stando a quanto emerge da un rapporto dell’Azienda Sanitaria di Palermo, anche i disabili morti avrebbero beneficiato dell’assistenza 24 ore su 24. Dati che sono stati consegnati alcune ore fa al Presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta il quale aveva chiesto espressamente la verifica dei dati dei tabulati sul numero dei disabili ritenuti gravissimi nell’isola.

In Sicilia numeri gonfiati e sospette anomalie

Numeri alla mano, a Misilmeri ci sarebbero più disabili che in Piemonte. In base ai dati in possesso dell’Assessorato, i disabili gravissimi sarebbero 47 e non 110: 15 di loro, tra l’altro, sarebbero persino deceduti. A questo punto è verosimile che ci siano alcune anomalie e avanza il sospetto che i numeri siano stati gonfiati. Il Presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta – domenica scorsa ospite a “L’Arena” di Giletti su Rai 1 – vuole vederci chiaro.

In Sicilia troppi disabili gravissimi

A Partinico, poi, i disabili gravissimi sarebbero 56 e non 151. L’Asp di Palermo, di conseguenza, ha fatto sapere che valuterà i casi degli esclusi “al fine di non incorrere in errori di valutazione dovuti sia alla vetustà della documentazione presentata sia alla eventuale comparsa di un aggravamento della disabilità che, nell’ultimo anno, potrebbe aver fatto assumere lo status di disabilità gravissima“.