Silvio Berlusconi, in un’intervista a R101, snocciola la sua “ricetta vincente” per far uscire l’Italia dalla crisi economica. Anzitutto propone una “misura drastica per contrastare l’emergenza povertà sul modello della proposta di Milton Friedman”, ovvero un reddito di dignità per chi si trova sotto una soglia di reddito che potrebbe essere 1000 euro al mese”. Lo Stato, dunque, dovrebbe garantire una somma minima di sopravvivenza, magari quella segnalata dall’Istat. Una somma che potrà variare “a seconda della zona del Paese in cui la persona vive”. “Nessuno può vivere bene, anche chi è agiato, sapendo che intorno a noi ci sono milioni di italiani che devono dipendere dall’assistenza pubblica o dalla carità privata non avendo accesso alle cure mediche ha tuonato.

Berlusconi propone sgravi fiscali per chi assume giovani

Per far ripartire la crescita, secondo il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, è necessaria una “politica di tagli fiscali, infrastrutture e organizzazione della macchina dello Stato”. Importante anche un “totale sgravio fiscale” per tutte le aziende che decideranno di assumere i giovani “con contratto di apprendistato o di primo impiego per tre anni”. Ritorna anche la promessa delle pensioni minime a 1000 euro dando “un’attenzione alle mamme che hanno diritto di trascorrere una vecchiaia serena”.

Berlusconi e la difesa degli animali

Infine nel programma di Forza Italia c’è anche il Codice per la difesa dei diritti degli animali oltre ad agevolazioni fiscali “per chi si prende cura di un animale domestico” ha concluso Berlusconi ribadendo che “il grado di civiltà di un Paese si misura anche da come vengono trattati gli animali”.