Silvio Berlusconi è da questa mattina ricoverato presso l’ospedale San Raffaele di Milano a causa di alcuni problemi al cuore.

La notizia è stata confermata da fonti ufficiali vicine all’ex presidente del Consiglio, che hanno riferito di una serie di controlli già in calendario, resisi necessari dopo un recente episodio di scompenso cardiaco riscontrato negli ultimi giorni.

Viene del tutta esclusa invece la possibilità di un malore del leader di Forza Italia, il quale è ancora in attesa di ricevere una diagnosi con relativa strategia terapeutica. Come sempre Berlusconi è assistito da Alberto Zangrillo, da tempo suo medico personale.

Il San Raffaele ha confermato che si tratta di un ricovero precauzionale a seguito del già citato scompenso cardiaco, e che molto probabilmente non sarà necessario intervenire con operazione chirurgiche. “Non è nulla di preoccupante – hanno ribadito fonti interne a Forza Italia – rimarrà in ospedale per poco, giusto il tempo di fare qualche controllo“.

Circa 9 anni fa il 79enne politico era stato sottoposto all’installazione di un pacemaker, un’operazione per la quale volò negli Stati Uniti. Lo scorso dicembre Silvio Berlusconi era stato ricoverato nella stessa struttura proprio allo scopo di sostituire l’apparecchio impiantato nel 2006. A marzo invece era stato il turno di due brevi day hospital per ovviare a una cataratta.