E’ un fiume in piena Silvio Berlusconi, il leader di Forza Italia, ospite di Barbara d’Urso a “Domenica Live”: “Questa è una riforma fatta su misura per Renzi che concentrerà su di sé tutti i poteri, da quello di avere in mano Camera e Senato all’elezione del presidente della Repubblica fino alla scelta della composizione della Corte Costituzionale. Noi, invece, volevamo una riforma condivisa” ha dichiarato Berlusconi che, poi, ha aggiunto: “Pensavo di ritirarmi, e invece sono tornato per il mio Paese“.

Silvio Berlusconi e il no alla riforma costituzionale

Silvio Berlusconi ha anche parlato dell’intervento chirurgico a cui è stato sottoposto: “E’ stato necessario molto tempo per riprendermi e sentivo la voglia di non impegnarmi più, di stare un po’ più coi miei figli e nipoti oltre che seguire le aziende”. Poi, però, qualcosa è cambiato: “E’ intervenuto un senso di responsabilità verso il Paese che amo e verso gli elettori che in questi venti anni mi hanno dato più di duecento milioni di voti. E anche per responsabilità verso tanti colleghi che mi hanno seguito dal ’94 nelle tante battaglie che abbiamo fatto. Questo triplice senso di responsabilità mi ha costretto a scendere in campo anche adesso per evitare che arrivi a compimento questa riforma costituzionale assurda ha aggiunto il leader di Forza Italia.

Silvio Berlusconi: “Riforma contro la democrazia”

Silvio Berlusconi si è detto contrario alla riforma costituzionale perché “inaccettabile, insostenibile, assurda e contro la democrazia” ha concluso.