Non ce l’ha fatta Don Pippo, l’anziano bruciato all’interno del suo appartamento a Siracusa. Un uomo buono, conosciuto in città, che non faceva del male a nessuno ma che era diventato, ormai da settimane, bersaglio di un gruppo di balordi che, dopo diversi tentativi, lo hanno cosparso di liquido infiammabile provocandogli gravissime ustioni su tutto il corpo. Don Pippo, però, non si è arreso e per due mesi ha combattuto la sua battaglia, sempre sostenuto dai familiari che hanno pregato per lui.

Siracusa, anziano con ustioni su tutto il corpo

Ma non c’è stato niente da fare. Dopo due mesi e mezzo di agonia è deceduto all’ospedale Cannizzaro di Catania – dove era ricoverato nel reparto di Rianimazione in prognosi riservata – a causa di un arresto cardio-circolatorio.

Siracusa, anziano cosparso di liquido infiammabile

Sul suo corpo erano state riscontrate ustioni di secondo e terzo grado alla testa, al dorso, al volto e persino alle spalle. Un’aggressione, quella ai danni di Don Pippo, che non può essere classificata di certo come una semplice “ragazzata” e che ha spinto le forze dell’ordine di Siracusa a cercare gli autori di questo tragico gesto i quali, adesso, dovranno rispondere di omicidio.

Stando alle prime informazioni trapelate, ci sarebbero già tre indagati nell’inchiesta condotta dalla Procura della Repubblica di Siracusa.