Due forti esplosioni hanno colpito la città di Homs in Siria, gli attentati hanno colpito il quartiere di Zahraa tradizionalmente filogovernativo e più volte colpito in questi 5 anni di guerra civile. Il doppio attentato, secondo l’Osservatorio siriano per i diritti umani, ha provocato almeno 46 vittime o un centinaio di feriti. Due forti esplosioni dovute a un’autobomba nel primo caso mentre il secondo attacco non è ancora chiaro se fosse fatto da un’altra autobomba o da un kamikaze.

L’Osservatorio attraverso un suo portavoce dichiara: “Il bilancio delle vittime di un doppio attacco bomba nella città siriana di Homs è salito a 46, tra cui almeno 28 civili” mentre per il governatore Talal Barazi le vittime sono circa 25.

La tv di stato siriana ha diffuso alcune immagini dai luoghi dell’attentato dove si vedono macerie, auto dei soccorsi e fumo nero. Il quartiere di Zahraa è stato colpito a più riprese nel corso di questa lunga e sanguinosa guerra civile e l’ultimo attacco, rivendicato da Is, è stato compiuto meno di un mese fa.

Nessuna organizzazione ha rivendicato le due esplosioni di oggi ma il centro di Homs è sotto il controllo delle forze governative filo-Assad.