Greta Ramelli e Vanessa Marzullo sono libere. La notizia circolava già dall’inizio di questo pomeriggio sui Social Network, visto che diversi tweet, riferibili a account dei ribelli siriani, riferiscono del rilascio. Solo da una mezz’ora è arrivata la conferma con un Tweet di Palazzo Chigi. Da rilevare anche il lungo e unanime applauso dall’Aula della Camera quando il ministro Maria Laura Boschi ha comunicato all’assemblea la notizia della liberazione.

Le due ragazze, ricordiamolo, erano state rapite in Siria alla fine di luglio, ma erano già state nel paese, nonostante la loro giovane età, già altre due volte, sempre per portare medicinali ed offrire aiuto umanitario. Insieme a Roberto Andervill con cui hanno fondato il progetto Horryaty, che in arabo significa libertà, che aveva la missione di acquistare kit di pronto soccorso e pacchi alimentari da distribuire al confine.

Vanessa Marzullo ha 21 anni ed è una mediatrice linguistica, mentre Greta Ramelli ha vent’anni ed è un’infermiera. Si vocifera che il riscatto pagato per la liberazione sia stato di 12 milioni di euro.

// //

(photo credit: video YouTube)