In seguito alla caduta di una slavina sul Cristallino d’Ampezzo, cresta che divide Auronzo da Cortina, tre persone sono rimaste sepolte. Uno sciatore ha perso la vita mentre altri due, in gravissime condizioni, sono stati trasportati all’ospedale di Treviso dall’elicottero del Suem di Pieve di Cadore e a quello di Bolzano.

Una quarta persona che faceva parte del gruppo impegnato in un fuoripista è rimasta illesa. È stato proprio lui a lanciare l’allarme alle 10 di questa mattina, in seguito al quale sono stati immediatamente attivati i soccorsi. Sul posto sono accorsi il Soccorso alpino di Auronzo, Cortina, Centro Cadore, San Vito di Cadore, Dobbiaco, con diverse unità cinofile.

La slavina, che aveva un fronte di 60-70 metri, è scesa lungo il pendio per quasi 150 travolgendo improvvisamente i quattro sciatori che si trovavano sul Cristallino d’Ampezzo, zona molto frequentata dagli amanti del fuoripista. Secondo quanto riportato anche dai vigili del fuoco, durante le operazioni di soccorso sono stati individuati altri sciatori in una zona non molto distante dal luogo della tragedia.