Molto presso lo smart working, o lavoro agile, potrebbe avere una legge ad hoc. Per smart working si intende la serie di prestazioni professionali che il lavoratore dipendente effettua fuori dagli ambienti dell’azienda, il più delle volte operando da casa propria. La normativa è collegata al disegno della legge di stabilità, che si occupa della questione in nove dettagliati articoli.

Si tratterà di una normativa che interesserà un numero sempre maggiore di lavoratori che svolgono la propria attività restando a casa piuttosto che recandosi fisicamente sul luogo di lavoro.

La legge sullo smart working dovrebbe intervenire su tutta una serie di questioni legate a questo tipo di lavoro ma si proporrà anche di essere una sorta di normativa base, cui poi potranno essere modificati taluni aspetti grazie alla contrattazione individuale oppure collettiva. I principali aspetti dovrebbero riguardare tematiche quali retribuzione, infortuni, diritti dei lavoratori e rispetto della privacy. Lo scopo della legge è comunque quello di permettere di far incrementare la produttività e al tempo stesso di far conciliare i tempi di vita e di lavoro del professionista.

Smart working: requisiti fondamentali

Affinché si possa parlare di lavoro agile, dovranno essere presenti alcuni requisiti. La prestazione lavorativa deve essere ovviamente svolta al di fuori del contesto aziendale (anche se soltanto per un giorno a settimana), deve esserci la possibilità di usare strumenti tecnologici per svolgere il proprio lavoro in remoto e non deve esserci una postazione fissa in cui farlo. L’accordo tra le parti va poi redatto per iscritto, attraverso la compilazione di un contratto che elenchi tutti i requisiti di svolgimento del lavoro.

La retribuzione ricevuta dal lavoratore che sceglie lo smart working non deve essere inferiore a quella del lavoratore che opera all’interno dei locali dell’azienda, così come la normativa sulla sicurezza si estende a chi lavora fuori dall’azienda. Coloro che optano per tale formula potranno anche beneficiare di incentivi fiscali e contributivi.