“Con il perdurare delle condizioni anticicloniche e dell’assenza di precipitazioni significative – spiega Bruno Simini, presidente di ARPA Lombardia – le concentrazioni di PM10 nella città di Milano, che si sono attestate tra 70 e 77 μg/m3, sono risultate superiori alla soglia di 50 μg/m3 , portando a 29 i giorni consecutivi di sforamento del limite di legge. Il picco massimo si è registrato nella stazione di Meda (agglomerato di Milano) con una concentrazione pari a 112 μg/m3. Salgono così a 94 i giorni di superamento dei limiti dall’inizio dell’anno rispetto ai 35 giorni previsti dalla normativa. Un dato critico confrontato quello alla stessa data del 2014, anno particolarmente piovoso, quando a Milano i giorni furono invece 68″. Questa la sentenza emessa dall’Arpa, l’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente, che sul sito ufficiale della sezione di Milano ha così analizzato le condizioni della capitale meneghina lanciando il vero e proprio allarme inquinamento su Milano. Dopo giorni di polemiche e annunci su blocchi del traffico e del ricorso alle targhe alterne ecco tutte le informazioni che riguardano la circolazione nei giorni dal 28 al 30 dicembre 2015 a Roma e Milano.

Blocco del traffico a Milano

Per via dei livelli troppo alti di smog, il Comune di Milano ha deliberato 3 giorni di blocco totale del traffico. Lo stop avverrà nei giorni dal 28 al 30 dicembre, dalle 10:00 alle 16:00 per far fronte all’emergenza smog. L’Arpa, Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente, ha segnalato infatti che a Milano le concentrazioni di PM10 hanno superato i limiti consentiti per 31 giorni consecutivi. Stop totale alla circolazione per tre giorni anche in tutta l’area a nord di Milano: Pavia, Bresso, Cinisello Balsamo, Cormano, Cusano Milanino, Paderno Dugnano e Sesto San Giovanni hanno deciso di aderire al blocco del capoluogo lombardo. Il sindaco Giuliano Pisapia parla di “un passo coraggioso mai fatto in precedenza”, ma viene duramente attaccato dal leader della Lega Matteo Salvini che ha definito la decisione del primo cittadino di Milano come “una cazz… che non risolve i problemi”.

Targhe alterne a Roma

Lunedì 28 e martedì 29 dicembre a Roma le automobili potranno circolare solo a targhe alterne, questa la disposizione del commissario straordinario Francesco Paolo Tronca per contrastare i livelli eccessivi di polveri sottili nell’aria. A fermarsi saranno lunedì autoveicoli e motoveicoli con targa dispari, martedì quelli con targa pari, nella Fascia Verde dalle 7:30 alle 12:30 e dalle 16:30 alle 20:30. Non mancheranno ovviamente le deroghe per i veicoli Euro 6, a metano, Gpl, con contrassegno disabili, elettrici o ibridi, car sharing, car pooling. Libertà di circolazione anche per i motocicli a 4 tempi Euro 3 e per i ciclomotori a 2 ruote a 4 tempi Euro 2. Agevolazioni anche a Roma per chi utilizzerà i mezzi pubblici: durante i giorni in cui è stato indetto il traffico a targhe alterne il biglietto singolo del prezzo di 1,50 euro sarà valido per l’intera giornata.