È ormai ufficiale: il livello di inquinamento atmosferico riscontrato a Milano in questi giorni ha reso necessario misure più incisive rispetto al blocco del traffico parziale. Sarà infatti totale l’interruzione della circolazione di vetture nel capoluogo lombardo per combattere lo smog, che si terrà dal 28 al 30 dicembre inclusi dalle 10 alle 16.

Lo si legge nell’annuncio di Palazzo Marino, che promuove anche le iniziative a incentivo dell’utilizzo dei mezzi pubblici: “In considerazione del permanere di valori alti di Pm10 e Pm2,5, la Giunta ha deciso il blocco della circolazione dei veicoli privati nel territorio del Comune di Milano per le giornate di lunedì 28, martedì 29 e mercoledì 30 dicembre dalle 10 alle 16. Le centraline di tutta la Lombardia registrano valori fuori norma del Pm10 da ormai un mese e le condizioni metereologiche indicano la possibilità che la situazione si protrarrà anche nelle prossime due settimane. È stato inoltre deciso che i cittadini potranno continuare a viaggiare con un solo biglietto ordinario da 1,50 euro (o tariffa extraurbana) a bordo di bus, tram, metro e tratta urbana del passante ferroviario con un biglietto singolo e per un numero illimitato di viaggi fino al 31 dicembre compreso. L’incentivo, attivato lo scorso 14 dicembre, ha riscorso molto successo: in questi giorni si è registrato un incremento di circa il 10% degli utenti del trasporto pubblico.”

Pierfrancesco Maran, assessore ai Trasporti, sulla proprio pagina Facebook ha cercato di lanciare un segnale forte alla Regione Lombardia, che dovrebbe intervenire in modo più incisivo: “Provvedimenti come questo sarebbero più utili se fatti a livello lombardo, ma il fatto che la Regione non intervenga non può essere alibi per non farlo noi.”

Trenord ha scelto di contribuire al blocco del traffico prorogando l’iniziativa del Green Pass: in vendita da Natale, al prezzo di 20 euro sarà possibile utilizzare senza limiti tutti i mezzi dell’azienda fino al 1 gennaio. A provocare molto dello smog sarebbe anche l’utilizzo dei caminetti a legna (responsabili del 22% del Pm10), per il quale è stato imposto il divieto

Seguirà l’esempio di Milano anche Pavia insieme altri comuni lombardi: la cittadina bloccherà il traffico dal 28 al 30 dicembre e consentirà l’utilizzo gratuito del bus per la giornata di giovedì, come fatto in precedenza.

Il Presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni ha chiesto che venga riconosciuta a livello legislativo “la specificità del bacino padano, con azioni coordinate in tutta l’area” per poi confermare che “serve un intervento unitario delle Regioni, serve un intervento del Governo, serve porre la questione a livello europeo.” Risposta piccata invece per l’appello di Maran: “Il Comune di Milano prende i provvedimenti per il Comune di Milano. Noi abbiamo già un assessore nostro, Claudia Terzi, che si occupa di questo: ha sentito tutte le amministrazioni ed ha preso tutte le misure necessarie”.

L’ipotesi del blocco totale del traffico per lo smog è sempre più probabile anche a Roma, dove il commissario Tronca sta ipotizzando di fissarlo nelle giornate del 27-28-29 dicembre, forse tutte insieme, e di adottar anche la soluzione del biglietto unico per i mezzi pubblici.