Per sei giorni nella città di Napoli sarà in vigore il divieto di circolazione dei veicoli sull’intero territorio, per contrastare lo smog. Lo stop inizierà dalle ore 9:00 del mattino e proseguirà fino alle ore 17:00 del pomeriggio. Il divieto di circolazione partirà dal giorno 2 gennaio e proseguirà fino a venerdì 8 (6 gennaio escluso). Per il 3 gennaio è prevista una fascia oraria diversa: lo stop dei mezzi è previsto dalle ore 9:00 alle ore 12:00.

Questo è quanto previsto dall’ordinanza firmata dal sindaco di Napoli, Luigi De Magristris. Con questa decisione è stato dunque revocato il divieto di circolazione che in precedenza era stato previsto per il primo gennaio, giorno in cui gli automobilisti potranno invece circolare liberamente. Fino al 6 gennaio è inoltre prevista la riduzione della temperatura dei riscaldamenti, che non potrà superare i diciotto gradi all’interno delle abitazioni civili e i diciassette gradi all’interno degli edifici industriali.

Il divieto di circolazione delle autovetture è stato dettato dalla necessità di contrastare gli effetti nocivi delle polveri sottili presenti nell’aria a causa della scarsità di piogge. Il persistere delle condizioni climatiche sfavorevoli alle precipitazioni avrebbe fatto sì, infatti, che l’accumulo andasse oltre i limiti consentiti per legge, con grave pericolo per la salute dei cittadini.

Le misure d’emergenza adottate nel Comune di Napoli si aggiungono a quelle già prese in altre città come Roma, Milano e Palermo ma le piogge delle prossime ore potrebbero aiutare a far diminuire la presenza delle polveri sottili, portando un po’ di sollievo sulla penisola.