Non siamo ancora ai livelli di Pechino, ma la situazione-inquinamento nei cieli di Roma non è affatto positiva. Il livello di polveri sottili disciolte nell’aria supera ormai da qualche tempo il limite consentito dalla legge, e questo ha costretto Paolo Tronca, commissario straordinario di Roma Capitale, a optare per una misura non particolarmente popolare: per la giornata di oggi è stato scelto il blocco della circolazione per i veicoli più inquinanti, mentre per le giornate di venerdì 4 dicembre e sabato 5 dicembre è stata scelta la circolazione a targhe alterne: venerdì non potranno circolare i mezzi con targa dispari, sabato quelli con targa pari.

Oggi, dunque, non potranno circolare dalle 07.30 fino alle 20.30 tutti i veicoli a benzina Euro 0 ed Euro 1, i veicoli diesel Euro 0, Euro 1 ed Euro 2, i motoveicoli e ciclomotori a due, tre, quattro ruote a 2 e 4 tempi Euro 0 e Euro 1 e le microcar diesel Euro 0 e Euro 1. Venerdì, invece, fatto salvo il blocco dei veicoli più inquinanti, non potranno circolare auto e moto con l’ultimo numero della targa dispari nelle seguenti fasce orarie: 07.30-12.30, 16.30-20.30. Sabato, ovviamente, varrà l’esatto contrario: nelle medesime fasce non potranno circolare i veicoli con l’ultimo numero della targa pari. Naturalmente, la circolazione sarà sempre consentita alle categorie di veicoli meno inquinanti: metano, gpl, ibride, Euro 6 e ciclomotori due ruote quattro tempi Euro 2 e motocicli quattro tempi Euro 3.

Infine, come disposto dalla nuova delibera firmata dal commissario straordinario, a partire dal prossimo 15 dicembre diventerà permanente il blocco della circolazione per tutti i veicoli Euro 0, mentre i veicoli appartenenti alle categorie Euro 1 benzina e diesel e Euro 2 diesel saranno fermati dal 15 dicembre 2015 al 31 marzo 2016. Il divieto, in entrambi i casi, sarà valido nei giorni feriali (dal lunedì al venerdì), mentre nei festivi infrasettimanali e nei weekend la circolazione sarà libera.