Una donna sarda di 57 anni, malata di sclerosi multipla, si era rivolta ad un medico di Perugia (che risulterebbe regolarmente iscritto all’albo e che avrebbe conosciuto facendo ricerche online) per perdere peso seguendo una terapia a base di agopuntura e digiuno. La donna sarebbe però morta dopo tre settimane di trattamento, tre settimane in cui avrebbe seguito una dieta fatta solo di acqua e di nessun cibo solido o liquido. A tal proposito gli inquirenti che stanno indagando avrebbero già aperto un’inchiesta per omicidio colposo.

Da quanto riportato dal quotidiano Il Resto del Carlino, nonostante la donna fosse malata di sclerosi multipla, aveva deciso di rivolgersi a questo medico di Perugia per perdere peso e seguire il trattamento da lui proposto (ossia la digiuno-terapia). Dai primi dettagli sembra che la donna, per circa tre settimane, non abbia toccato cibo e si sia limitata soltanto a bere tre litri di acqua al giorno.

Grazie a questa digiuno-terapia, la donna era riuscita a scendere di dieci chili in pochissimo tempo ma poi ha avvertito un malore ed è deceduta. I magistrati dovranno adesso avere il compito di stabilire se vi sia una connessione tra il trattamento seguito dalla donna e l’avvenuto decesso e quindi stabilire anche le eventuali responsabilità.