Il suo volo era diretto a Parigi ma era troppo stanco per finire la tratta così ha “dirottato” l’aereo ed è atterrato a Manchester in Gran Bretagna. E’ successo al pilota della Air France di un Airbus A380 che era partito da New York e doveva atterrare a Ville Lumìere.

Le conseguenze di questa scelta non hanno fatto altro che irritare ancora di più i passeggeri: l’aereo -infatti- era già partito con 6 ore di ritardo dalla “grande mela” causa neve, poi, con l’imprevisto del pilota stanco, sono state 12 le ore di attesa a Manchester prima che un sostituto li riportasse a destinazione.

Appena atterrati a Charles De Gaulle… un viaggio di 20 ore tra il decollo e il parcheggio…whaooo!” -hanno commentato ironicamente alcuni passeggeri.

Il pilota aveva superato le ore massime di volo consentite e la scelta del cambio di rotta è stata presa proprio per questo motivo. Air France ha fatto sapere però che il tempo legale di riposo, lo si poteva rispettare accelerando il rientro a Parigi ma il pilota ha scelto diversamente. Quel che è sicuro è che non bisogna mai violare il riposo obbligatorio, fanno sapere dalla compagnia francese, “Sarebbe come guidare ubriachi a 180 Km/h”.